La ‘nuova’ scienza chiamata Astrobiologia

An artist's illustration of the seven TRAPPIST-1 planets, in their respective orbits. Credit: NASA-JPL/Caltech

Conferenza a cura di Lisa Foschi

L’Astrobiologia è una scienza relativamente nuova e multidisciplinare che cerca di dare risposta ad
uno dei più intriganti ed importanti interrogativi della ricerca scientifica: “siamo soli nell’Universo?”

La Terra è attualmente l’unico pianeta nel quale è nota la presenza di Vita, e nel quale la giusta combinazione di processi chimici e fisici sembra averle permesso di crescere e diffondersi: uno degli scopi principali dell’Astrobiologia è cercare prima di capire come la Vita si è originata e ha
popolato la Terra, per poi andare alla ricerca di situazioni analoghe ma extraterrestri, concentrandosi principalmente su forme di vita microbiche, in quanto organismi più semplici e primitivi. 

La ricerca astrobiologica può essere riassunta nelle domande:

  • Com’è nata la Vita?
  • Da dove ha avuto origine la prima forma di vita terrestre?
  • In quale punto del nostro pianeta è nato il primo essere vivente?
  • Quali sono le testimonianze di forme di Vita primordiale che possono essere trovate oggi
    sulla Terra?
  • Possono essere trovate altrove?

La conferenza si propone di presentare questa materia poco conosciuta in Italia eppure così affascinante, toccando i principali aspetti che la caratterizzano e mostrando la sua rilevanza in
ambito scientifico planetario, soprattutto per quanto riguarda il presente e futuro delle missioni
spaziali di ricerca.

Basandosi sul concetto di abitabilità planetaria e sulla definizione di Vita, verrà
creato un quadro di questa “nuova Scienza”, dei suoi obiettivi e finalità, ripercorrendo la sua storia
fino alle più recenti ricerche in campo planetario.

La relatrice

Lisa Foschi si è laureata in Scienze Biologiche all'università di Bologna nel marzo del 2016; attualmente è iscritta alla Laurea Magistrale in Biodiversità ed Evoluzione presso lo stesso ateneo. La sua aspirazione è quella di intraprendere la carriera di biologa evoluzionista per poter rivestire un giorno anche il ruolo di astrobiologa, impegnandosi soprattutto nella divulgazione scientifica.

Nel settembre del 2016 ha partecipato all’AbGradE symposium, conferenza internazionale indetta
dall’EANA (European Astrobiology Network Association), evento che dal 2014 dà la possibilità a
studenti, dottorandi e scienziati emergenti di confrontarsi con personalità affermate nel campo della
ricerca astrobiologica, presentando temi di ricerca di loro interesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *